Domenica, 18 Agosto 2019
- - - - - -
  • SCUOLA IN CHIARO
A+ R A-

CRITERI VIAGGI D’ISTRUZIONE, VISITE GUIDATE, SCAMBI DI CLASSE, STAGE

  • Categoria: REGOLAMENTI
  • Pubblicato: Lunedì, 06 Aprile 2015 09:29
  • Scritto da Prof. Lanfranco La Gala
  • Visite: 3673

CRITERI VIAGGI D’ISTRUZIONE, VISITE GUIDATE, SCAMBI DI CLASSE, STAGE

1. I Consigli di classe possono programmare attività didattiche integrative quali 
a) visite guidate (in riferimento a: complessi aziendali, enti pubblici, mostre, musei, località di interesse storico-artistico, parchi naturali, rappresentazioni teatrali - anche in lingua non italiana -, conferenze, eventi sportivi)
b) viaggi di istruzione  
c) scambi di classe con istituzioni scolastiche straniere 
d) stage linguistici all’estero 
e) partecipazione a progetti internazionali (ad es. Comenius)
2. Tali attività devono rispondere alle finalità educative della normale attività didattica scolastica sul piano della formazione culturale, umana degli alunni e dell’integrazione e approfondimento di specifici ambiti disciplinari. Per tale motivo, i singoli Consigli di classe possono inserire nelle loro programmazioni di inizio anno scolastico specifici progetti relativi a tali attività. Tali progetti debbono indicare: gli obiettivi didattici e formativi e gli strumenti di verifica del loro raggiungimento. I progetti devono anche prevedere i tempi di svolgimento e le modalità didattiche di preparazione della classe all’attività programmata. Di norma, la progettazione deve avvenire il mese di novembre.
3 Considerato il “normale “complessivo tempo didattico dell’anno scolastico, al netto di assemblee di classe, di Istituto, delle varie iniziative tradizionalmente svolte (ad. es. donazione del sangue, conferenze, etc) alle suddette attività sono destinati i seguenti tempi: 
a) classi prime e seconde: quattro giorni complessivi e comprensivi di visite guidate e viaggi di istruzione in Italia. I viaggi di istruzione non possono prevedere più di due pernottamenti. Si specifica che gli alunni non partecipanti hanno il dovere di frequentare le lezioni e il diritto di adeguata prestazione didattica. 
b) classi terze e quarte: cinque giorni complessivi e comprensivi di visite guidate e viaggi di istruzione in Italia. I viaggi di istruzione non possono prevedere più di tre pernottamenti. Si specifica che gli alunni non partecipanti hanno il dovere di frequentare le lezioni e il diritto di adeguata prestazione didattica.  
c) classi quinte: sei giorni complessivi e comprensivi di visite guidate e viaggi di istruzione in Italia o all’estero. I viaggi di istruzione non possono prevedere più di 4 pernottamenti. Si specifica che gli alunni non partecipanti hanno il dovere di frequentare le lezioni e il diritto di adeguata prestazione didattica. Per il viaggio all’estero possono essere previsti 5 pernottamenti
Si specifica che i viaggi di istruzione possono prevedere la presenza contemporanea di classi parallele.
4. Per le visite guidate, si specifica che esse devono svolgersi entro una sola giornata e possibilmente devono concludersi non oltre il normale termine dell’orario delle lezioni. Qualora sopravvenisse urgente esigenza culturale e didattica durante l’anno scolastico, il Collegio dà facoltà al Dirigente Scolastico di consentire visite guidate non originariamente inserite nella programmazione del Consiglio di classe; in tal caso sarà necessario impegno formale del Consiglio di classe, nella sua maggioranza, a recepire tale attività nel documento di programmazione di classe.
5. Per quanto concerne gli scambi di classe e gli stage il numero massimo di giorni è 6. Le classi impegnate in tale attività non possono partecipare a viaggi di istruzione.
6. Per evidenti motivazione di salvaguardia della prestazione didattica in tutte le classi di attribuzione, i Docenti parteciperanno alle suddette attività su base volontaria e, di norma, fatte salve le esigenze relative ai progetti internazionali, a non più di un viaggio di istruzione o scambio culturale o stage. 
7. I Docenti accompagnatori devono far parte del Consiglio della classe o delle classi interessate all’attività integrativa. Il Collegio dà facoltà al Dirigente di indicare autonomamente - anche al di fuori dei Consigli di classe interessati - gli accompagnatori, qualora ritenesse di non dover accogliere le disponibilità offerte. In tal caso, a richiesta degli interessati, il Dirigente fornisce motivazione scritta della sua decisione. 
8. Nel caso dei progetti Comenius, l’individuazione delle classi di riferimento è delegata al Dirigente, il quale sentirà i docenti referenti e i coordinatori di classe. Per l’individuazione degli alunni la priorità è data agli alunni disponibili a ricambiare l’ospitalità.
9. L’autorizzazione allo svolgimento delle suddette attività verrà data dal Consiglio di Istituto in presenza delle deliberazione del Consiglio della classe, del rispetto dei criteri organizzativi deliberati dal medesimo Consiglio di Istituto, del consenso scritto di chi esercita la patria potestà per gli alunni minorenni, di formale atto di conoscenza da parte dei genitori degli alunni maggiorenni. Agli alunni e ai loro genitori dovrà essere fornito programma dettagliato delle attività. Programma non potrà essere modificato se non per cause di forza maggiore.
10. Per le visite guidate, il Consiglio di Istituto delega l’autorizzazione al Dirigente, il quale darà successiva informazione al Consiglio
11. Nel rispetto del D.M. 44/2001, l’attività negoziale è di competenza del Dirigente, il quale, a sua discrezione, può avvalersi di una “commissione viaggi” da affiancare all’eventuale docente titolare di funzione strumentale di riferimento. Nel caso di istituzione di una “commissione viaggi”, ne dovrà far parte un componente del Consiglio di Istituto scelto di concerto dal Dirigente e dal Presidente del Consiglio di Istituto. Il Consiglio di Istituto indica al Dirigente la priorità di contenere i costi, considerando come riferimento l’alloggio in alberghi a tre stelle e i voli low cost.
12. Per i viaggi di istruzione, il numero minimo di partecipanti è di 2/3 (arrotondabile per difetto) per classe. Nel caso di partecipazione di più classi, non è possibile il calcolo compensativo fra le classi.
13. Per le visite guidate, di norma, devono partecipare tutti i componenti della classe.
14. Per gli stage e gli scambi culturali, il numero minimo di partecipanti è di 2/3 (arrotondabile per difetto). Deroghe motivate possono essere deliberate dal Consiglio di Istituto.
15. Alle attività in oggetto non potranno partecipare non docenti, genitori o altri soggetti comunque non appartenente al corpo docente. La partecipazione di non docenti e di genitori è prevista solo nel caso di presenza di alunni diversamente abili.
16. I docenti accompagnatori saranno in ragione di uno per quindici alunni. Nel caso di alunni eccedenti (anche per una sola unità) il numero quindici o suoi multipli, dovrà esserci un docente accompagnatore in più.  Nella delibera progettuale, ogni Consiglio di classe dovrà indicare un docente di riserva. Nel caso di partecipazione di alunni diversamente abili, dovrà essere previsto un docente di sostegno ogni due alunni. Il Dirigente nominerà un docente capogruppo, il quale dovrà al ritorno relazionare su eventuali fatti notevoli accaduti.
17. Nel caso di visite guidate, i docenti accompagnatori potranno essere in ragione di uno per classe nel caso in cui l’attività non ecceda l’orario delle lezioni e siano impegnate più classi. Nel caso contrario, vale quanto previsto dall’art. 16.
18. Durante le attività in oggetto gli alunni saranno soggetti a quanto previsto dal Regolamento di Disciplina. Gli alunni risponderanno personalmente dei danni causati .
19. Gli alunni dovranno versare metà della quota di partecipazione insieme alla consegna dell’autorizzazione alla partecipazione e la rimanente quota almeno 10 giorni prima della partenza. In caso di mancata partecipazione, l’Istituto provvede alla restituzione della somma versata, ove la mancata partecipazione non comporti oneri e per l’Istituto e per gli altri alunni partecipanti. 
20. Tutte le attività non potranno svolgersi durante l’ultimo mese di attività didattica, salvo deroga concessa dal Consiglio di Istituto in relazione a particolari progetti.
21. Le gratuità eventualmente offerte dalle agenzie di viaggio saranno utilizzate per coprire le spese di partecipazione dei docenti accompagnatori e, in caso di risorse eccedenti, per diminuire la quota di partecipazione degli alunni.

Corso di formazione docenti "DAL POST-UMANISMO ALL'INTEGRAZIONE SOLIDALE"