Venerdì, 18 Ottobre 2019
- - - - - -
  • SCUOLA IN CHIARO
A+ R A-

TITOLO III

Personale scolastico

Art. 20 DOCENTI
1.    I docenti della prima ora devono trovarsi in classe almeno 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni e devono garantire la vigilanza e il rispetto della disciplina da parte degli studenti durante il loro servizio.  
2.    I docenti della prima ora devono annotare sul Registro di classe gli alunni assenti, l’avvenuta o mancata giustificazione da parte degli alunni assenti nei giorni precedenti.  
3.    Durante le ore di lezione non è consentito fare uscire dalla classe più di un alunno per volta, fatta eccezione per casi particolari.  
4.    Se un docente deve per pochi minuti allontanarsi dalla propria classe, avviserà un collaboratore scolastico o un collega affinché vigili sulla classe.  
5.    I docenti non possono fare uso del telefono cellulare durante le ore di lezione.  
6.    Al termine delle lezioni i docenti accertano che i locali utilizzati siano lasciati in ordine. 
7.    Durante i viaggi, le visite d’istruzione e nei trasferimenti dai locali della scuola ad altra sede per attività programmate dall’istituto, gli alunni saranno accompagnati dai docenti allo scopo incaricati che ne garantiranno la sorveglianza.
8.    I docenti devono prendere visione dei piani di sfollamento dei locali della scuola e devono sensibilizzare gli alunni sulle tematiche della sicurezza.  
9.    I docenti che utilizzano attrezzature e sussidi didattici dell'Istituto fuori dai locali scolastici sono tenuti a firmare il registro apposito indicando il motivo del trasporto esterno e i tempi di restituzione del materiale.  
10.    Ogni docente può richiedere colloqui con le famiglie, nell’ottica di un rapporto scuolafamiglia più trasparente e fattivo. Non è consentito convocare i genitori durante l’orario delle lezioni. 
11.    I docenti hanno l’obbligo di controllare quotidianamente convocazioni, comunicazioni, variazioni d’orario, ecc. Tale obbligo è formalmente assolto con l’apposizione della firma per presa visione.  
12.    Le verifiche scritte saranno corrette nel più breve tempo possibile (comunque non oltre i 15 giorni) e riconsegnate agli studenti al fine di permettere un tempestivo recupero.
13.    I Registri personali devono essere debitamente compilati in ogni loro parte e rimanere nel cassetto personale a disposizione della Dirigenza. 
14.    I docenti devono programmare con congruo anticipo le fotocopie per uso didattico, che potranno essere effettuato soltanto da personale autorizzato. In nessun caso il docente potrà utilizzare l’orario di lezione e incaricare studenti per effettuare fotocopie.

Art. 21 COLLABORATORI SCOLASTICI
1.    I collaboratori scolastici sono tenuti a prestare servizio, salvo diverse disposizioni, nella zona di competenza secondo le mansioni loro assegnate. 
2.    I collaboratori scolastici devono essere presenti, nelle zone di competenza, all'ingresso e all'uscita degli alunni, devono essere facilmente reperibili da parte degli insegnanti, per qualsiasi evenienza, e non si devono allontanare dal posto di servizio. 
3.    I collaboratori scolastici comunicano immediatamente al Dirigente Scolastico o ai suoi collaboratori l'eventuale assenza dell'insegnante dell'aula, per evitare che la classe resti incustodita.  
4.    I collaboratori scolastici favoriscono l'integrazione degli alunni diversamente abili. 
5.    I collaboratori scolastici vigilano sulla sicurezza e l'incolumità degli alunni, in particolare durante gli intervalli, li sorvegliano in caso di uscita dalle classi, di ritardo, di assenza o allontanamento momentaneo dell'insegnante. 
6.    I collaboratori scolastici controllano ed evitano l’accesso a scuola di persone estranee.  
7.    I collaboratori scolastici devono apporre la propria firma, per presa visione, sulle circolari e sugli avvisi, e in ogni caso tutte le circolari e gli avvisi presenti all'albo della scuola o inseriti nel registro degli avvisi scolastici si intendono regolarmente notificati a tutto il personale.  
8.    É fatto obbligo ai collaboratori scolastici di prendere visione delle mappe di sfollamento dei locali e di controllare quotidianamente la praticabilità ed efficienza delle vie di esodo.